Max Marra

Vive e lavora a Monza. Ha realizzato più di quaranta personali. Ha partecipato a rassegne nazionali ed internazionali, esposto in gallerie private, istituzioni pubbliche e importanti fiere. Tra le mostre personali e collettive si ricordano: 57° Premio Michetti Laboratorio Italia, a cura di Philippe Daverio, Francavilla a Mare, 2006; nel 2008 Repubblica e costituzione: rassegna d’arte per i sessant’anni della Costituzione italiana a cura di M. Domenicucci, F. Papale e C. Mosillo, Archivio Centrale dello Stato, Roma; Max Marra: Opere 1984 - 2009, Museo d’Arte Contemporanea di Lissone, 2009/10; Time passages a cura di Omar Calabrese, Magazzini del Sale, Siena, 2011; Limen Arte vince il primo premio, Vibo Valentia, 2011; 54ª Biennale di Venezia, Padiglione Italia per il 150° dell’Unità d’Italia L’arte non è cosa nostra, a cura di Vittorio Sgarbi, Sala del Re, Galleria Vittorio Emanuele II, Milano e Palazzo delle Esposizioni, Sala Nervi, Torino, 2011/12; Max Marra. Orizzonte senza approdo a cura di Claudio Rizzi, Museo Parisi Valle, Maccagno, 2012; Cieli di cosmos, Sofia Arsenal, Museum for Contemporary Art, 2013; Equilibri materici a cura di Giorgio Bonomi, Centro per l’arte contemporanea, Rocca di Umbertide, 2015. È presente con opere polimateriche e disegni in collezioni internazionali ed istituzioni museali.