Francesco Lupinacci

Laureato in Filosofia, è stato Preside del Liceo Artistico di Cosenza. Attivo sulla scena artistica calabrese a partire dalla seconda metà degli anni ’60, ha ordinato personali a Cosenza; Catanzaro; Ascoli Piceno; Roma; Bologna; Milano; e preso parte a varie rassegne di pittura ( Premio Nazionale “Villa San Giovanni”, 1968; 1980; “Arte e Mezzogiorno”, Cosenza, 1975; “Silarte”, Cosenza, 1977; III Rassegna Internazionale della Grafica, Lecce, 1978; Expo Arte, Bari, 1981; “New Arcadia”, Foyer del Teatro Comunale “A.Rendano”, Cosenza, 1981; “La storia, il luogo, l’immaginario”, Cosenza, 1983; “L’erranza poetica / Omaggio a Mattia Preti”, Taverna ( CZ ), 1983; “I post - meridionali”, Centro Di Sarro, Roma, 1984; “Obiettivo Mediterraneo”, Castello Svevo, Cosenza, 1984; “Trasparenze”, Foyer del Teatro comunale “A.Rendano”, Cosenza, 1985; “Materia e Memoria”, Museo Civico, Rende, 1985; “Panorama dell’Arte Italiana giovane”, Castello Svevo, Termoli, 1985. Nel 1990 antologica a Roma, Complesso Monumentale San Michele a Ripa. Nel 2010 antologica al Museo del Presente, Rende; nel 2011 partecipa alla 54 Biennale di Venezia, Padiglione Italia, lo stato dell'arte - Calabria, Reggio Calabria. Hanno scritto: V. Accame; M. Bignardi; R. Brindisi; C. Cagli; D. Cara; G. Di Genova; V. Gregotti; A. La Porta; A. Marasco; F. Menna; F. Miglietta; B. Munari; N. Scontrino; T. Sicoli; F. Vincitorio; C. Vivaldi.