Cristina Gerbino

Si iscrive all’I.R.A di S. Stefano di Camastra nel 2004, conseguendo il diploma di maturità in arte applicate - arte ceramica nel ‘09. Nello stesso anno si iscrive al corso di Scultura all’Accademia di Belle Arti di Palermo, interessandosi allo studio anatomico della figura umana sotto la guida del maestro Salvatore Rizzuti, conseguendo nel 2013 il diploma di I livello in Scultura. Attualmente iscritta al Biennio specialistico in Scultura. Orienta il suo percorso artistico verso la figura umana e nonostante l’utilizzo di materiali innovativi quali resine poliestere, epossidiche, polistirolo, non tralascia il suo interesse per la terracotta. Cristina Gerbino fa parte di quella generazione di artisti consci di avere un passato di forte tradizione alle loro spalle, quello dei ceramisti stefanesi che con la creta hanno costruito nei secoli un fiorente artigianato artistico. Osservando le opere di quest’artista si respirano idee nuove, la terracotta tra le sue mani bisticcia in una nuova estetica con materiali quali la lana, la plastica. Ha partecipato a diverse collettive, tra le quali: Relativity, Palazzo Branciforte, Palermo; CrisLess, arte per la crisi, Circolo dei Navigli, Milano; Artefatto 10, Palazzo Gopcevich, Trieste. Vincitrice del “Premio Limen Arte 2013” e “Concorso di idee”. Sotto la direzione artistica di Sandro Tranchina e Monica Maimone la collaborato come scultore realizzatore alla realizzazione del carro trionfante in onore dei festeggiamenti di S. Rosalia a Palemo.